This is us

Sul gruppo Facebook “Noi… Telefilm addicted” sono giorni che escono post tipo:

  • Questo dovete vederlo!!1!11! Il primo episodio è stato meraviglioso!
  • È la serie del secolo!
  • Il pilot è stracommuovente, fossi in voi comprerei azioni della Scottex!

DI solito commenti del genere vogliono dire una cosa sola: sta serie è una zozzeria :v

Visto che un assaggio va sempre fatto, vediamo sto pilot di cosa sa… Continua a leggere This is us

Annunci

Settembre è arrivato gente!

Per tanti l’arrivo di Settembre significa la fine dell’estate, il ritorno a scuola/lavoro, l’arrivo della brutta stagione … ma per noi amanti delle serie tv, Settembre è il mese che aspettavamo con ansia!

Infatti, in questo mese, tra nuove serie e nuove stagioni c’è solo da impazzire…

Per non impazzire, vediamo di fare il punto: Continua a leggere Settembre è arrivato gente!

Person of interest

Mi ero promesso di fare un post su questa serie tv non appena fosse andata in onda l’ultima puntata ma ci ho messo un po’ di tempo … forse ho rimandato tanto perchè fare questo post effettivamente mi avrebbe ricordato che non avrei più visto altre puntate di questa serie…

Vabbè di queste cose ne parlerò col mio psicoterapeuta… torniamo a noi 😀


Vi sentite perennemente osservati? Credete che ci sia un’organizzazione segreta che segue ogni vostro movimento e vi spia costantemente?

Forse potreste aver bisogno anche voi di un buon psicoterapeuta o forse… POTRESTE AVER RAGIONE!!!

Continua a leggere Person of interest

The magicians

Anche se ho parecchie puntate da vedere, stamattina mi sono fatto un giro per cercare qualche pilot che non avevo visto e mi è saltato all’occhio questo.

Speravo di trovare qualcosa sul moderno e non sul fantasy ma mi son imbattuto in un mix di Harry Potter e Narnia. Ormai l’ho visto quindi tanto vale scrivere qualche riga in più…

Il protagonista della storia è un certo Quentin Cloudwater alle prese con i problemi che hanno alcuni post adolescenti: depressione, l’impressione di non essere buono a nulla, la necessità di appartenere, lo schifo per la società in cui vive ecc… Alle feste preferisce studiare trucchi di magia e leggere libri fantasy.

Il suo libro preferito narra le vicende di 3 tizi i quali, entrando in un orologio a pendolo, si ritrovano in un mondo magico… (ricorda vagamente qualcosa?)

Vabbè continuiamo…
Spinto però dalla sua psichiatra, decide di smettere di pensare alle favolette, agli elfi, agli hobbit coi piedi pelosi e compagnia bella e di iniziare a vivere la vita vera iscrivendosi all’università…

La via che lo avrebbe portato a vivere una vita di stage non retribuiti e contratti da schiavo con sigle da versi provenienti dall’aia però subisce una svolta improvvisa… Inseguendo un foglio che svolazzava per le vie della città, dopo essere passato dentro un muro di un binario della stazione, si ritrova tutto d’ un tratto nella scuola di magia. Qui scoprirà che la magia esiste e che quel senso di noia e di schifo per la società che ha provato fino a quel momento, non erano sintomi di squilibrio psicologico ma erano semplicemente tristezza mista a rabbia:

lui non appartiene alla società dei comuni mortali… : lui è MACO!

Continua a leggere The magicians

Outsiders

… *flashback *…

Sul bus per andare a lavoro…

Ragazza 1: “ao questo s’é visto un film per tutta la durata der viaggio!!”
Amico della ragazza 1: “e come è?”
R1: “e che ne so, se lo sta a vedè coi sottotitoli in inglese!”

… *fine flashback*…

OK tornando a noi, oggi mi sento buono e voglio recensire il suddetto film la serie tv che tanto interesse ha suscitato in quei delfini curiosi ragazzi qualche giorno fa :p

La serie narra le vicende del clan dei Farrell, allegra combriccola di bifolchi dedita alla produzione di moonshine, i quali vivono (e han sempre vissuto) tra i boschi di una montagna in Kentucky.

La nostra amata compagine di bifolchi rimarrà allegra per poco tempo però. Nella città giusto ai piedi della montagna, è giunto un manipolo di capitalisti a cui interessa tirare fuori il carbone proprio dalla montagna sopracitata e non hanno intenzione di fermarsi davanti a niente per ottenerlo…

Per quanto i temi possano essere già stati trattati in alcune stagioni della serie tv “Justified” (di cui persino troveremo qualche location) qui sono descritti da un diverso punto di vista.

Se prima, agli occhi dei Marshall di Justified i bifolchi delle montagne eran “quelli strani”, stavolta “quelli strani” sono quelli che lavorano per avere dei pezzi di carta e che guardano la TV la quale avvelena le menti… Insomma, sono gli Outsiders cioè quelli che non vivono a contatto della natura rispettandola e temendola .

Son stato invitato a vedere questa serie dal mio amico Alessandro e non nascondo di essere stato parecchio scettico all’inizio.

Non avevo mai sentito parlare del network che la produce (wgn america) e uno degli attori principali (Ryan Hurst, aka Opie di “Sons of Anarchy” ) mi ha sempre fatto calare il latte alle ginocchia…

Tuttavia bastano poche puntate di questa serie per entrare nella famiglia allargatissima dei Farrell e diventare un loro cugino! Ci si innamora di G’win, donna forte, affascinante e intelligente, si fa il tifo per Hasil, giovane impulsivo che fa minchiate per amore, si odia Big Foster che fa di tutto per far succedere un fottuto bordello (molto spesso riuscendoci).

Anche dal lato Outsiders troviamo dei personaggi interessanti come lo sceriffo, la donna a capo della compagnia del carbone e altri.

Bon bando alle ciance, guardatene qualche episodio (magari sorseggiando del buon moonshine… :D) e fatemi sapere che ne pensate.

Intanto iniziate a vedervi il trailer

Serie: CONSIGLIATA